Lago Superiore

Il lago superiore è il fratello maggiore dei tre laghi Mantovani , nasce nei pressi di Rivalta dal fiume Mincio che dal paese delle Grazie forma una serie di diramazioni e canali più o meno profondi che si uniscono nei pressi nel Borgo Angeli per dar vita al lago vero e proprio che si allarga sempre di più fino alla città di Mantova più precisamente a porta Giulia dove termina ed inizia il Lago di Mezzo. La parte iniziale del lago ha le sembianze di una palude, le rive sono costituite da isolotti di canne staccati dal fondo e sospesi a mezz’acqua, qui trovare spot sulla terra ferma diventa complicato se non si è in possesso di una buona barca.

Nella zona verso la città invece il lago si allarga notevolmente e le rive sono maggiormente accessibili, il fondale aumenta di profondità ma nella parte centrale si crea una grande isola di fior di loto creando spot molto interessanti per calare le nostre esce soprattutto nel periodo pre e post frega.

Il lago Superiore fin dai primi anni ’90 è stato il punto di partenza dei primi carpisti nostrani alla prese con la nuova tecnica del Carp Fishing che si è  poi  successivamente diffusa a macchia d’olio un po’ in tutta Italia. Qui sono comparse per la prima volta forse in Italia foto di carpe over 20 immortalate davanti a un rod pod suscitando molto interesse e curiosità verso questa nuova tecnica e facendo si che si diffondesse sempre di più fino a coinvolgere un gran numero di appassionati e attirando molti carpisti anche dall’estero.

Oggi la popolazione di carpe Comuni e Specchi è molto numerosa, anche se la taglia negli ultimi anni sembra notevolmente diminuita, numerose infatti sono i branchi di carpe di peso non superiore ai 3-4 kg. Per tanto la difficoltà maggiore è selezionare la taglia. Vi è inoltre una nutrita presenza di gamberi killer che infastidiranno notevolmente le vostre esche. Si consigliano per tanto boiles di elevate dimensioni e molto dure, i gusti che vanno per la maggiore sono soprattutto il pesce e i fruttati.

Vista la presenza di numerosa vegetazione, come canneti e fior di loto come attrezzatura sono consigliati mulinelli molto capienti, caricati con trecciati robusti. Diventa quasi obbligatorio l’utilizzo dei tendilenza vista la presenza di numerosi pescatori a Spinning che transitano in barca su tutto la superficie del lago.

Nel Superiore si possono fare catture tutto l’anno, il livello dell’acqua è sempre costante e tutte le stagioni infatti se affrontate nel modo giusto possono regalare soddisfazioni. In primavera è il sottoriva ricco di vegetazione a farla da padrone, nel periodo estivo e autunnale i canali centrali profondi dove correva una volta il corso del Mincio, nel periodo invernale la parte più profonda del lago a ridosso della città di Mantova.

Il paesaggio da cartolina, la comodità dei servizi offerti dalla vicina città e la possibilità di fare catture durante tutto l’arco dell’anno fanno del Superiore uno spot adatto a tutte le esigenze, che permette di regalare senza troppe difficoltà anche ai meno esperti belle soddisfazioni.